•  

    Telefono

    +39 340 2598503

  •  

    Orari d'apertura

    da Lunedì a Venerdì: 8.00 – 20.00

Le terapie

Esistono soltanto due cose: scienza ed opinione;
la prima genera conoscenza, la seconda ignoranza.
(Ippocrate)

 

La salute non può essere affidata a casuali tentativi e a aleatori “giochi di prestigio” ai quali troppe volte in passato si è ricorso, quando ancora non esisteva il concetto di EBM, ossia la medicina basata sulle evidenze.

Lo Studio Bellini ha costruito il proprio core competence sulla base di metodiche riconosciute a livello internazionale e supportate dalla letteratura scientifica:

TERAPIA MANUALE:  L’IFOMPT ( International Federation of Orthopaedic Manipulative Physical Therapists) nel 2004 ha definito la terapia manuale come la “specializzazione della fisioterapia per il trattamento delle patologie neuro-muscolo-scheletriche, basata sul ragionamento clinico, e che utilizza approcci di trattamento altamente specifici, che includono le tecniche manuali e gli esercizi terapeutici”

Presso lo Studio Bellini vengono impiegate le seguenti metodiche: 

■ Concetto Maitland
■ Manipolazione fasciale (metodo Stecco)
■ Mobilizzazione del sistema nervoso
■ Concetto Sahrmann

Queste metodiche trovano la loro applicazione nelle problematiche della colonna, della spalla, del ginocchio e in tutte le affezioni di tipo ortopedico, anche quando queste ultime determinano il coinvolgimento del sistema neurale (es. il tunnel carpale, la sindrome dell’egresso toracico, l’intrappolamento di una radice nervosa, etc.)

 

CONCETTO MAITLAND: è un concetto di terapia manuale applicato sia nella fase iniziale che durante il trattamento di disturbi funzionali articolari, muscolari e del sistema nervoso. L’utilizzo delle tecniche del Concetto Maitland si basa sul ragionamento clinico e tiene in considerazione la Classificazione Internazionale della Funzionalità, disabilità e salute (ICF). Ciò che rende speciale il Concetto è la combinazione di un trattamento del paziente individuale e specifico (sia in fase di valutazione che durante il processo) unito all’esperienza clinica del terapista e alle utlime scoperte scientifiche. In aggiunta alla mobilizzazione articolare ed alle manipolazioni periferiche e vertebrali, il Concetto utilizza tecniche neurodinamiche, stretching muscolare, esercizi di stabilizzazione ed esercizi adattati in modo specifico che il paziente puo’ eseguire in autonomia a casa. 

 

MANIPOLAZIONE FASCIALE: è una metodica basata sul trattamento della fascia muscolare profonda, considerata quale elemento coordinante dei movimenti del corpo. La fascia a causa di eccessivi stress meccanici può generare una risposta sotto forma di accumulo di fibre di neocollagene che determinano una “densificazione”. La tecnica impiegata mira a risolvere tale densificazione restituendo al tessuto una fisiologica consistenza, alleviando i sintomi e migliorando la funzione.

 

KINESIOTAPING: Il famoso taping impiegato da fisioterapisti, terapisti occupazionali, chiropratici, preparatori atletici e altri operatori sanitari con importanti risultati su pazienti di ogni tipologia ed età.
Il tape produce effetti migliorativi sperimentabili nell’immediato in termini di:

■ Migliorata qualità del movimento
■ Aumento del ROM
■ Riduzione del dolore

Il taping viene generalmente utilizzato a completamento di una seduta di terapia manuale per consolidare gli effetti di quest’ultima o per ridurre un gonfiore o un’infiammazione a carico di un tendine o di un’altra struttura muscolo-scheletrica.

 

CONCETTO BOBATH  PER IL TRATTAMENTO DELL’ADULTO CON EMIPLEGIA:  In seguito ad un ictus cerebri la fase riabilitativa è un momento chiave per sfruttare al massimo il potenziale residuo ; Il metodo Bobath è un approccio sul modello del problem solving rivolto alla valutazione ed al trattamento di persone con disturbi della funzione, del movimento e del controllo posturale causati da una lesione del sistema nervoso centrale (IBITA 1996, Panturin 2001, Brock et al 2002, Raine 2006). Questo approccio alla riabilitazione dell’adulto con danno del sistema nervoso centrale deriva dal lavoro di Berta e Karel Bobath e si è evoluto nel corso degli ultimi 50 anni. Il razionale per la sua attuale applicazione si basa in parte sulle attuali conoscenze relative al controllo motorio, all’apprendimento motorio, alla plasticità nervosa e muscolare e conoscenze di biomeccanica. 

 

T.E.CA.R. terapia:  Il termine T.e.ca.r. è un acronimo che significa Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo. Tramite il trasferimento di energia ai tessuti bersaglio si stimola e si accelera l’attivazione dei naturali processi riparativi ed antinfiammatori. La riduzione del dolore e dell’infiammazione sono spesso riferiti immediatamente dopo il trattamento; per tale motivo la T.e.ca.r.  riduce i tempi  di recupero e può essere impegata anche prima di una seduta di terapia manuale per aumentare l’efficacia della medesima. Tramite la T.e.ca.r. terapia è possibile agire su muscoli, tendini o articolazioni quali spalla, ginocchio, caviglia, anca, mano, colonna vertebrale e piede. La terapia velocizza i tempi di rientro all’attività sportiva e può essere impiegata anche nel trattamento di patologie croniche quali ad es. l’artrosi o eventi acuti quali una lombo-sciatalgia.

 

T.E.N.S. è l’acronimo di è l'acronimo di TransCutaneous Electrical Nerve Stimulation (stimolazione elettrica nervosa transcutanea); questa terapia fisica  è utilizzata soprattutto per controllare alcune condizioni dolorose acute o croniche. 
La T.E.N.S. consiste nell'applicazione sulla cute di lievi impulsi elettrici, che attivano fibre nervose di grosso diametro riducendo la percezione del dolore. L'effetto antalgico della T.E.N.S. è quindi da attribuire all'inibizione delle afferenze nervose coinvolte nella trasmissione nocicettiva (teoria del controllo a cancello o del gate control). La T.E.N.S.  esercita un efficace azione antalgica su una vasta gamma di affezioni dell’apparato muscolo-scheletrico ed è molto impiegata anche in ambito sportivo.

 

ELETROSTIMOLAZIONE: Un elettrostimolatore è un apparato che produce differenti tipi di correnti elettriche: a seconda della regolazione delle variabili d'intensità, frequenza, tipo, durata dell'impulso, tempo di latenza, è possibile ottenere differenti risultati. Quando ci troviamo in una condizione di perdita del normale trofismo o della normale massa muscolare, come avviene in seguito ad un intervento chirurgico, l’elettrostimolatore, impiegato durante un esercizio di rinforzo o di equilibrio, o anche durante un gesto dinamico e sport-specifico, accelera il processo di recupero muscolare. L’elettrostimolatore può essere impiegato efficacemente anche in casi di lesione nervosa con conseguente deficit.  

 

TECNICHE DI FACILITAZIONE NEUROLOGICA:  La  rieducazione del paziente emiplegico si realizza tramite l’ inibizione di schemi patologici generati dalla lesione corticale e la promozione di gesti evoluti mediante tecniche in uso presso lo Studio (Concetto Bobath e Kinetic control per il paziente neurologico). Il processo di recupero non si ferma alla sola funzione ma investe tutta la sfera delle autonomie della persona (mangiare, lavarsi, camminare, uscire di casa, restituire la persona alla sfera sociale di appartenenza), attuabile mediante una stretta sinergia con il contesto familiare e sociale.  Lo Studio effettua questo tipo di prestazioni ma unicamente presso il domicilio della persona richiedente.  

 

GINNASTICA PER PICCOLI GRUPPI: Lo studio effettua cicli mensili di ginnastica per piccoli gruppi (massimo 6 persone). Il corso è rivolto a coloro i quali desiderano sviluppare una maggior consapevolezza della propria corporeità e prevenire dolori articolari di varia natura; il gruppo è inoltre un angolo di condivisione e di socializzazione calati nel contesto di un’attività fisica 

■ Lombalgie, cervicalgie, dorsalgie
■ Quadri artrosici locali e polidistrettuali
■ Trattamento delle lesioni derivanti da infortuni sportivi
■ Riabilitazione post-protesica (anca, spalla, ginocchio)
■ Riabilitazione dopo riparazione della cuffia dei rotatori
■ Quadri mialgici di varia natura (anche reumatologica)